Lettera di Auguri di Fine Anno 2020

Carissimi Soci, Amici e Conoscenti tutti,
siamo giunti alla fine di quest’anno e porgo a tutti Voi un affettuoso saluto.

È stato un anno difficile per tutti, disorientante e impensabile. Un anno particolare che ci ha messo tutti alla prova.

Un ringraziamento ai consiglieri, che si sono impegnati tantissimo e grazie alla loro disponibilità e collaborazione, con la passione e la dedizione anche di tutti Voi soci e simpatizzanti è stato possibile comunque organizzare, inventare e gestire molteplici attività.

Inutile girarci attorno, il 2020 verrà ricordato come l’anno del Covid. Un anno in cui la pandemia ha aperto le porte ad ogni genere di difficoltà: di salute, sociali, economiche, psicologiche. In una situazione del genere, decisamente più grande di ognuno di noi, credo che la cosa giusta che abbiamo fatto e che faremo, sia continuare a fare la nostra parte, facendovi sentire parte di un progetto, di una realtà, di uno spazio che è più simile ad una famiglia.

Auguro un buon anno, seppur a distanza, con un abbraccio simbolico a tutti voi, nella speranza di poterci vedere presto.

Barbiero Nicola

Vuoi rimanere aggiornato su tutte le novità del Gruppo Remiero Rivierasco?
Seguici sui nostri Social Network o iscriviti al sito per non perderti nessuna notizia!

|

Hai qualche domanda da farci? Qualche consiglio o critica sui nostri articoli?
Non esitare a contattarci!
Visita la pagina Contatti per trovare tutti i modi con cui è possibile parlare con noi. Cercheremo di rispondere il prima possibile a tutte le vostre domande!

A qualcuno piace curioso

A Qualcuno Piace Curioso – Episodio 11

Oggi su “A qualcuno piace curioso” scopriremo uno scorcio dell’assassinio di Lorenzino De’ Medici, come si vestivano i fruttivendoli Veronesi per distinguersi nel mercato di Rialto e molto altro!

Approfondisci >
A qualcuno piace curioso

A Qualcuno Piace Curioso – Sett.10

Questa settimana su “A qualcuno piace curioso” ci immergiamo nel 1200 per conoscere degli aneddoti sulla vita dell’epoca e scopriamo un dipinto del 1700 che rappresenta come erano le chiuse di Dolo un tempo.

Approfondisci >